Azienda

biglietto1Il servizio di trasporto pubblico fu istituito il 2 gennaio 1967 per annessione alla preesistente Azienda Municipalizzata nettezza urbana e trasporto carni macellate fresche, Azienda municipalizzata del Comune di Molfetta, disciplinata con diritto di privativa dalle norme del T.U.R.D. 15 ottobre 1925, n. 2578 sull’assunzione diretta dei pubblici servizi da parte dei Comuni e delle Province.

L’originaria tabella organica del personale addetto al servizio trasporti urbani prevedeva n. 5 autisti, ed un parco mezzi costituito da n. 2 autobus urbani, tipo corto, impiegati su altrettante linee con percorrenze di servizio in larga misura coincidente con quello attuale delle Linee nn. 1 e 2.

Nel seguito il personale fu elevato a 7 e successivamente a 12 unità, distinto in 11 autisti ed 1 applicato controllore, giusta tabella numerica del personale allegata al bilancio 1972 approvata dalla CCFL in seduta del 21.4.1972, dal C.C. con atto n. 99 dell’ 8.3.72 e ratificata dalla Regione Puglia nella seduta del 27.11.72, prot. n.53288.

Con l’acquisto del 3° autobus avvenuto nel 1968 l’azienda si dotò di un mezzo di scorta tecnica, utilizzandolo all’occorrenza per l’esecuzione di servizi di trasporto a carattere stagionale (servizio spiaggia) ed integrativi per il raggiungimento dell’ospedale civile.

Negli anni 1970 e 1971, con l’acquisto di ulteriori due autobus e ricorrendo ad assunzioni dapprima temporanee e nel seguito a tempo indeterminato di personale, l’azienda, in aggiunta ai suddetti servizi integrativi e stagionali avviò il potenziamento sperimentale dei servizi su due nuove linee denominate circolare 3 e circolare 4, istituite in via definitiva rispettivamente a decorrere dal 20 settembre 1977 e dal 19 dicembre 1979.

Con deliberazione consiliare n. 39 del 1.3.1996 adottata ai sensi dell’ art. 22 della Legge 8.6.1990, n. 142, integrata e chiarita con delibera n. 72 del 20.5.1996 e resa esecutiva dalla S.P.C. in data 13.6.96, prot. 9335, L’Amministrazione Comunale adeguava le aziende municipalizzate alle norme di cui all’art. 23 della citata legge 142/’90, dando atto dell’istituzione dell’ Azienda Speciale “Azienda Servizi Municipalizzati” per la gestione unitaria ed integrata dei servizi di interesse ambientale e di trasporto urbano, approvandone il relativo Statuto.

In data 29.12.2000 veniva stipulato il contratto “ponte” tra Comune di Molfetta ed Azienda Servizi Municipalizzati, con offerta aziendale dei servizi di trasporto pubblico definiti per linee, km di percorrenza unitaria e numero di corse, sviluppanti la percorrenza complessiva annua di servizio di 255.979 autobus/Km, riferita per 237.843 autobus/km ai “servizi minimi” con oneri coperti dalle risorse regionali e per 18.136 autobus/km per percorrenze autorizzate con oneri a carico del bilancio comunale.

Alla data della stipula, per l’esercizio dei detti servizi, l’azienda impiegava n. 10 unità lavorative addette al settore movimento ed un parco rotabile costituito da 7 autobus ( 1 di proprietà comunale concesso in comodato), di cui 1 munito d’attrezzatura per il trasporto disabili, con un’anzianità media al dicembre 2000 di anni 12 e mesi 3.

In aderenza a quanto previsto dalla normativa statale e regionale, con atto del Commissario Straordinario n. 109 del 29.3.2001 veniva deliberata:

  • La scissione dell’ Azienda Servizi Municipalizzati mediante trasferimento del ramo “settore trasporti urbani” alla costituenda società;
  • La costituzione per trasferimento del ramo d’azienda “sett. Trasporti urbani” della Società per Azioni denominata M.T.M. – Mobilità e Trasporti Molfetta S.p.A., approvandone lo Statuto ed il piano d’impresa. Capitale sociale iniziale £. 400.000.000 (€. 206.400,00) interamente detenuto dal Comune, con effettivo subentro in tutti i rapporti attivi e passivi dell’ASM a decorrere dal 29.11.2001, data di iscrizione della Società al Registro delle Imprese presso la CCIAA di Bari.

In virtù della nuova forma d’affidamento dei servizi introdotta dal D.L. 269/’03, con delibera consiliare n. 82 del 17.11.2003, l’assise cittadina deliberava l’affidamento diretto dei servizi di trasporto pubblico della rete comunale, articolati per linee, percorsi ed orari risultanti nel contratto “Ponte” di servizio stipulato il 29.12.2000 con l’Azienda A.S.M., alla M.T.M. S. p.A. interamente di proprietà comunale, per la durata di 9 anni decorrenti dal 1° gennaio 2004, affidamento regolato da apposito contratto di servizio redatto secondo lo schema approvato con D.G.R. n.248/2003, sulla base delle obbligazioni finanziarie di cui al predetto contratto “Ponte”.